Termini architettonici

INDIETRO

Elenco termini architettonici

Parasta

Peduccio

Pennacchio

Periptero

Peristilio

Piedritto

Pilastro

Planimetria

Plinto

Pluteo

Podio

Polifora

Portale

Portico

Presbiterio

Pronao

Propilei

Proscenio

Prospetto

Prostilo

Protiro

Protome

Pulpito

Pulvino


Parasta

Elemento sporgente da un muro, simile ad una lesena, ma con funzione di rinforzo strutturale.

Peduccio

Elemento aggettante da una parete su cui viene impostato un arco o una volta.

Pennacchio

Triangolo sferico che serve a raccordare una la base circolare di una cupola al quadrato formato dai pilastri di sostegno.

Periptero

Tipologia di tempio classico caratterizzata da un colonnato continuo che gira su tutti i quattro lati del tempio.

Peristilio

Letteralmente significa "perimetrato da colonne": indica in genere lo spazio centrale aperto di una domus romana, al cui centro vi era la vasca detta impluvio, e che era appunto circondata da un colonnato che sosteneva un portico coperto.

Piedritto

Elemento strutturale verticale: se a sezione rotonda prende il nome di colonna, diversamente viene chiamato pilastro.

Pilastro

Elemento strutturale verticale di sezione non tonda. Può essere quadrato, rettangolare o poligonale.

Planimetria

Termine che si usa in genere per indicare le rappresentazioni cartografiche sul piano orizzontale di appezzamenti di terra, edifici, ecc.

Plinto

Elemento a forma di parallelepipedo posto sotto le colonne. Veniva usato in età classica per aumentare lo slancio verticale delle colonne corinzie.

Pluteo

Elemento architettonico verticale, a forma di parete o lastra, che nelle chiese paleocristiane e medievali recintava spazi riservati della chiesa.

Podio

Basamento di tempio di origine italica che, a differenza del crepidoma classico, era di molto sopraelevato dal suolo. Ad esso si accedeva quindi tramite una scala.

Polifora

Finestra, in uso soprattutto nell’architettura medievale, costituita da più colonnine sorreggenti degli archetti, che ripartivano l’apertura in più "fori".

Portale

È la struttura base con cui nasce il sistema trilitico. Il termine "portale" viene anche usato per indicare un’apertura di accesso ad un edificio o ad uno spazio urbano.

Portico

Spazio coperto ma aperto e per lo più pubblico, realizzato a piano terra degli edifici e aperti sulle strade prospicienti.

Presbiterio

Lo spazio di una chiesa destinato al clero. In genere tale spazio era ricavato nella zona absidale.

Pronao

Letteralmente significa "prima del naos". Per estensione il termine è utilizzato per indicare gli spazi aperti o colonnati antistanti gli edifici religiosi.

Propilei

Entrata monumentale di un tempio o santuario classico.

Proscenio

In un teatro classico lo spazio tra la scena e l’orchestra utilizzato per la vera e propria azione scenica.

Prospetto

Le superfici esterne di un edificio. Per estensione indica anche il disegno delle facciate di una costruzione.

Prostilo

Tipologia di tempio classico caratterizzato da una sola fila di colonne posta sulla facciata principale.

Protiro

Elemento decorativo delle chiese romaniche e gotiche costituito da un breve avancorpo, sorretto da colonne, che proteggeva l’ingresso, o gli ingressi, della chiesa.

Protome

Elemento decorativo, inserito in contesti architettonici, a forma di testa di animale o di uomo.

Pulpito

Tribuna rialzata all’interno della chiesa utilizzata per le letture evangeliche. Viene anche definita "ambone" o " "pergamo".

Pulvino

Quando le colonne hanno uno spessore inferiore al muro che sorreggono, tra il capitello e l’imposta dell’arco veniva posto un elemento di raccordo a forma di tronco di piramide chiamato pulvino. Usato nell’architettura medievale e bizantina.