Termini architettonici

INDIETRO

Elenco termini architettonici

Calidarium

Calotta

Campata

Capitello

Capriata

Cardo

Cariatide

Cassettoni

Catino

Cattedra

Cattedrale

Cavea

Cella

Cenotafio

Centina

Chiave di volta

Ciborio

Colonna

Concio

Contrafforte

Cordonatura

Cornice

Coro

Costolone

Crepidoma

Cripta

Criptoportico

Cubicolo

Cupola

Cuspide

 


Calidarium

Ambiente delle terme romane in cui vi era una vasca con acqua calda.

Calotta

Copertura realizzata come porzione di sfera: è una cupola se coincide con una perfetta semisfera. Può anche essere un quarto di sfera se copre un abside, e in questo caso viene anche detta "catino absidale".

Campata

Termine usato per indicare la distanza tra due piedritti o colonne. Viene misurata come distanza tra gli assi, e pertanto non va confusa con la "luce" che è la distanza interna tra le colonne.

Capitello

Elemento di raccordo tra le colonne e la trabeazione. Staticamente serve ad aumentare la superficie di appoggio tra la colonna (che ha un’area ridotta, essendo di sezione circolare) e le testate delle travi che vi si appoggiano. Può avere forme molte diverse ed è pertanto un elemento di forte caratterizzazione stilistica dell’architetura.

Capriata

Struttura lignea a forma triangolare, realizzata per la costruzione dei tetti. La sua conformazione è tale che non scarica forze orizzontali sui muri. Pertanto i due arcarecci, che danno l’inclinazione al tetto, sono uniti da una trave orizzontale detta "catena". Completa la capriata altri elementi di connessione: il "monaco", elemento verticale che va dal centro della catena al vertice superiore, e i "puntoni", che uniscono il centro della catena con gli arcarecci.

Cardo

Nome che nell’urbanistica ellenistica e romana indicava le strade con andamento nord-sud e che intersecavano perpendicolarmente i decumani.

Cariatide

Colonne, con funzione statica o anche solo decorativa, sagomate ad immagine di figura femminile.

Cassettoni

Sono gli elementi cavi, a forma quadrata o rettangolare, che decorano come un alveare i soffitti o le volte. Sono anche detti "lacunari".

Catino

Porzione di cupola che copre l’abside.

Cattedra

Nelle chiese il sedile, a forme quasi sempre monumentali, riservato al vescovo.

Cattedrale

Chiesa principale di una diocesi, riservata alle liturgie celebrate dal vescovo. Viene così chiamata per la presenza della "cattedra", sedile monumentale riservato al vescovo.

Cavea

In un teatro è la parte destinata al pubblico. Formata da gradoni a giri sovrapposti ha in genere forma a semicerchio.

Cella

Ambiente centrale di un tempio, il cui accesso era negato al pubblico, dove veniva custodita l’immagine della divinità. In greco veniva detto "naos".

Cenotafio

Termine utilizzato per indicare le tombe con aspetto monumentale.

Centina

La centina è l’armatura di legno realizzata per sostenere le parti di un arco durante le fasi di costruzione.

Chiave di volta

È il concio in chiave di un arco, ossia l’elemento superiore che viene posto per ultimo a chiudere il profilo di un arco.

Ciborio

Elemento architettonico realizzato nelle chiese copertura degli altari. Ha forma circolare o poligonale, realizzata da colonne che sostengono una volta. Viene definito anche "baldacchino"

Colonna

Elemento strutturale ad asse verticale che presenta sezione circolare. Ha pertanto forma più o meno cilindrica, variabile in funzione dell’altezza. Può essere "monolitica" se è realizzata in un unico blocco; diversamente è formata da elementi sovrapposti detti "rocchi".

Concio

Elemento a forma cuneiforme utilizzato per la costruzione degli archi.

Contrafforte

Sporgenza muraria esterna realizzata per aumentare la resistenza statica degli edifici, soprattutto se questi solo sollecitati da grandi spinte orizzontali derivanti da archi e volte di copertura.

Cordonatura

Elemento decorativo a forma convessa.

Cornice

Elemento decorativo orizzontale che segna la sovrapposizione dei piani nella facciata di un edificio. Viene detto cornicione quando è posto a coronamento dell’edificio.

Coro

Parte terminale della chiesa, posta nell’area absidale, riservata ai monaci e ai cantori.

Costolone

Elementi, anche detti nervature, che suddividono le volte a crociera in linee che convogliono le forze di scarico lungo i pilastri.

Crepidoma

Il basamento di un tempio greco, rialzato in genere di tre gradini dal suolo.

Cripta

Le aree seminterrate di una chiesa, in genere poste sotto il presbiterio, coperte a volta e riservate alla conservazione delle reliquie.

Criptoportico

Portico coperto e chiuso sul perimetro esterno che veniva in genere usato nelle case romane come corte interna che circondava le vasche e il giardino.

Cubicolo

Nelle case romane era l’ambiente destinato a camere da letto.

Cupola

Volta con forma emisferica. Può avere il profilo di una sfera perfetta, e in questo caso si imposta su una base circolare, o può avere anche un profilo poligonale, nel qual caso è costituita da spicchi raccordati nei costoloni.

Cuspide

Motivo decorativo, a forma di triangolo verticale allungato, in uso soprattutto nell’architettura gotica.