Hermes con Dioniso

INDIETRO

indice

Arte greca

 


Hermes con Dioniso bambino, 340-330 a.C., marmo, alt. 215 cm., Museo Archeologico, Olimpia.

Questa statua di Prassitele è uno dei massimi vertici raggiunti dalla statuaria greca. In essa sono raffigurati Hermes con in braccio il piccolo Dioniso, mentre nell’altra mano solleva un grappolo d’uva verso il quale il piccolo si slancia. Non vi è certezza se questa statua sia l’originale o una copia. Certo la sua fattura è di altissima qualità che potrebbe far ritenere che si tratti proprio dell’originale scolpito da Prassitele.

Anche in questo caso l’artista riesce a coniugare perfezione formale con una rappresentazione non eroica ma quotidiana. Le due figure trasmettono sentimenti molto umani, in questo atteggiamento di gioco che è soprattutto partecipazione affettiva tra i due. Anche in questo caso Prassitele fa entrare nella composizione un elemento verticale: un tronco sul quale Hermes appoggia il braccio che sta sostenendo il bambino. Il molle abbandono di Hermes, in questo caso, accentua il sentimento di tenerezza ispirato dai bambini.